GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Metrotranvia Milano-Seregno: via libera definitivo dal Ministero dei Trasporti

Il Cipess (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica e lo Sviluppo Sostenibile) su richiesta della Città Metropolitana di Milano, in relazione alla realizzazione della Metrotranvia Milano Parco Nord-Seregno, ha autorizzato l’incremento del contributo statale da 128 milioni a 160 milioni di euro (con una percentuale di contribuzione da parte dello Stato del 62% rispetto al costo totale dell’opera) allo scopo di coprire i maggiori costi che si sono determinati a seguito di varianti intervenute in sede di progettazione esecutiva. Una decisione fondamentale per avviare finalmente i lavori, che rientra nell’ambito dei Fondi per il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr). Rammentiamo che il costo dell’opera, della lunghezza di 14,3 chilometri, è di circa 258,5 milioni di euro. I prossimi passaggi, prima di poter aprire il cantiere che avrà un forte impatto anche sulla Brianza, sono tre: Città Metropolitana Milano dovrà approvare il progetto esecutivo, poi verrà sottoscritto il protocollo di legalità ed infine ci sarà la consegna delle chiavi all’impresa per l’avvio dei lavori. Questo è quanto ha dichiarato Beatrice Uguccioni, consigliera delegata di Città Metropolitana ai Trasporti ed alle Infrastrutture: “Si tratta di un successo dalla portata storica per tutti noi che abbiamo cocciutamente creduto in questo ambizioso progetto. Potremo dotare il nostro territorio di una nuova e strategica infrastruttura che contribuirà anche a ridurre le emissioni di CO2, a creare minori congestioni e a migliorare la qualità della vita delle persone. La sfida che stiamo vivendo esige un cambiamento di paradigma per intervenire in modo strutturale non solo sui ritardi accumulati in materia di trasporto pubblico locale ma anche per fare in modo che la sostenibilità divenga prioritaria scelta delle imprese e delle amministrazioni pubbliche. Cogliere questa occasione significa rendere il trasporto pubblico volano dello sviluppo e protagonista del cambiamento. La sfida della sostenibilità deve essere colta e vinta! Questa vicenda ci dimostra che a livello governativo occorre un cambio di marcia per dare risposte concrete a questa che è l’area metropolitana più dinamica del nostro Paese: servono tempi decisionali maggiormente rapidi, per evitare inutili ritardi, per non perdere delle occasioni e rischiare di rendere obsoleti i progetti ancor prima della loro realizzazione. Ringrazio tutti i Sindaci e le Isti-tuzioni che in questi anni ci hanno supportato mantenendo un atteggiamento propositivo e collaborativo. Un ringraziamento particolare va ai tecnici della Città metropolitana per la professionalità e la dedizione dimostrate in questi mesi di intenso lavoro.” \

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn