Spesso scriviamo della Cittadella degli Archivi di Via Gregorovius 15 (tel. 0288445523), dedicata al grande pittore, scultore e scrittore Umberto Boccioni, ma ogni visita porta a nuove scoperte che debbono essere condivise. Questa volta l’occasione è venuta dall’ANPI sezione di Niguarda (0266108241) che organizza visite guidate sia al complesso stesso sia, tra i tanti documenti significativi della storia della nostra città, ai numerosi manifesti della Resistenza. Ricordiamo che la Cittadella contiene documenti che vanno dalla peste manzoniana ad oggi, fruibili a professionisti, studenti e cittadini che necessitano di consultare gli attuali 80 chilometri lineari di materiale (ingresso gratuito ogni giorno salvo sabato e domenica dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 16). Tra la documentazione visibile possiamo trovare tutte le pratiche comunali, comprese quelle edilizie dal 1800 in poi, manifesti comunali, manifesti della Resistenza, mappe del territorio e anche documenti legati alle leggi razziali del 1938. Il tutto gestito da un robot, Eustorgio, a cui è demandato il compito di estrarre in modo automatico i faldoni necessari. Dicevo al momento poiché il Comune ha già deliberato la realizzazione dell’ampliamento dell’impianto, per una spesa intorno ai 18 milioni di Euro, che porterà la capienza ad oltre 150 chilometri lineari, facendo sì che la Cittadella risulterà il quarto archivio, al completamento dell’opera, del mondo. Per il suo utilizzo l’impianto sarà dotato di ulteriori 5 fratelli di Eustorgio che si divideranno l’onere del lavoro. Veramente Interessante!