Il 4 dicembre 2023 presso il teatro della parrocchia San Carlo alla Cà Granda si è tenuta una serata speciale per presentare il libro “Il poeta è un mendicante” di Antonio Anastasio (per tutti Don Anas) di cui ho già scritto nell’aprile 2021, dopo che era mancato all’ospedale di Niguarda il 9 marzo 2021 a soli 59 anni (69 giorni di terapia intensiva per covid). Il teatro era quasi completo di persone intervenute perché Don Anas è stato un missionario in Messico e a Madrid, poi in Italia, infine nella parrocchia San Carlo, ed è stato molto amato sia come sacerdote che come autore di canzoni e poesie. Il Vescovo Mons. Massimo Camisasca ha introdotto la serata parlando di Don Anas, primo rettore della San Carlo a Roma, con il quale è stato autore di due libri. Per il Vescovo è stato un amico importante e riservato ma anche un poeta con la sua vita. Monsignor Camisasca non era invece al corrente della sua passione musicale, è stata quindi per lui una grande sorpresa ascoltare le sue riflessioni in musica. Il libro è una raccolta di poesie che riguardano varie epoche della sua vita. Nella campagna romana, durante le passeggiate, ha capito che era un uomo che ascoltava fino in fondo le altre persone. Il libro che si può trovare in vendita in parrocchia o nelle librerie è edito da MDM per la collana “Tutt’altro”. Durante la serata una piccola orchestra ha eseguito pezzi di Boccherini, Mozart e altri e Andrea Carabelli ha recitato con enfasi alcune poesie scritte da Don Anas, anche in giovane età. Walter Muto ha concluso la serata cantando alcune canzoni come “Quando vedo te” e “Se potessi” che si possono trovare anche su YouTube. La presenza-assenza di Don Anas si è sentita poiché di lui abbiamo un vivo ricordo intenso e, con “La festa sta per cominciare” (canto scritto dopo un funerale di una persona poco credente), si è concluso il magnifico incontro per ricordarlo e rinnovare la sua umanità e personalità!