GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Eustorgio, l’impiegato modello della cittadella degli archivi

Eustorgio, l’impiegato modello della cittadella degli archivi

Attivata nel 2012, aperta al pubblico nel 2015 e definitivamente completata a luglio di quest’anno, la Cittadella degli Archivi di Via Gregorovius 15 custodisce 150.000 faldoni relativi alla storia di Milano, quindi consultabili da ricercatori, studenti e tutti coloro che sono interessati ad attività di ricerca e consultazione nonché le visure edilizie a disposizione dei… Continua a leggere

Maleducati si nasce o si diventa?

Maleducati si nasce o si diventa?

Personalmente ritengo che non si nasca maleducati ma lo si diventi specialmente per educazione familiare carente, dubbie amicizie giovanili e, da qualche anno, per la profonda ignoranza che circonda i cosiddetti contatti “social”. Sicuramente parecchi avranno a che ridire su una così drastica analisi ma il sottoscritto si scontra spessissimo con una maleducazione ormai imperante.… Continua a leggere

Una domenica mattina curiosando dal palazzo della Regione

Una domenica mattina curiosando dal palazzo della Regione

Se alla domenica mattina volete godervi un bel panorama della nostra città e dell’area metropolitana andate al Palazzo della Regione Lombardia in Via Melchiorre Gioia. Dalle 10 alle 18 è possibile salire alla sala panoramica del 39°piano di questa struttura di calcestruzzo, vetro ed acciaio, alta 161 metri, costruita in poco più di 3 anni… Continua a leggere

Il quartiere Bicocca, museo a cielo aperto

Il quartiere Bicocca, museo a cielo aperto

Milano è una città che mette a disposizione dei cittadini, quotidianamente, un numero elevato di capolavori artistici. Alcuni di questi sono alla Bicocca che è oramai divenuto, dopo il centro di Milano per ovvii motivi, un vero e proprio polo museale a cielo aperto. Transitando al Teatro degli Arcimboldi , gioiello architettonico ad opera dell’… Continua a leggere

Stazione ferroviaria con annessa “galleria” d’arte

Stazione ferroviaria con annessa “galleria” d’arte

Le stazioni ferroviarie sono state fino ad oggi decisamente anonime.È infatti sempre prevalsa l’idea che la fretta di coloro che le frequentano non necessitasse di alcun particolare interesse che non fosse legato, al massimo, oltre alle pubblicità, ai cartelloni indicanti gli orari di partenza ed arrivo dei treni. Per fortuna le cose stanno cambiando facendosi… Continua a leggere